Topinsect, pinkies.

I Pinkies sono gli insetti congelati più utilizzati. Se facessimo scegliere agli uccelli, il più delle volte opterebbero per questo insetto. Si tratta infatti di un verme con una pelle morbida e piuttosto saporito.

I Pinkies sono le larve della mosca verde.

Il nome inglese "pinkies" deriva dalla parola "pink", rosa, per via del colore rosa che le larve acquisiscono quando si puliscono, prima di trasformarsi in crisalidi.

La mosca verde (Phaenicia sericata) è la mosca comune.

Le quattro fasi del ciclo vitale di questo insetto sono: mosca - uovo - larva - crisalide.

Questa mosca è lunga dai 10 ai 14 mm circa e si riconosce dalla sua colorazione blu-verde metallica o dorata, con macchie nere sul dorso. La mosca verde, specialmente la larva, si nutre della carne degli animali vivi e morti e nel settore zootecnico è conosciuta per la sua reputazione di nutrirsi di pecore vive (miasi). Questa mosca depone le uova in posti umidi e caldi, come la lana della pecora. Nel giro di poche ore o giorni, le larve si schiudono e si impiantano sulla pelle della pecora agganciandosi con degli uncini presenti sulla bocca. In questo modo le larve si nutrono della carne dell'animale. In genere una pecora che presenta un'elevata quantità di larve muore nel giro di una settimana. Grazie alla caratteristica delle larve di nutrirsi di carne viva, esse sono anche spesso utilizzate nella cura di persone con ferite di difficile guarigione. Le larve vengono deposte sulla pelle del malato affinché ne mangino la carne in putrefazione (terapia delle larve).

Per questo motivo consigliamo di non nutrire gli animali con i Pinkies vivi. Se la larva non è morta può ancora causare dei danni interni al becco dei giovani uccelli come la perforazione del gozzo.

I Pinkies dei nostri allevamenti vengono nutriti con le frattaglie fresche dell'industria alimentare. Le industrie di allevamento sono sottoposte alla severa sorveglianza degli enti pubblici.

Prima che i Pinkies vengano trattati con i nostri macchinari, devono essere perfettamente puliti o, in altre parole: il loro organismo non deve più contenere tracce del cibo usato per nutrire le larve. Questo processo avviene naturalmente poiché in natura la larva smette di nutrirsi quando giunge il momento di trasformarsi in crisalide. Alla fine tutto si svolge con una tempistica e un'organizzazione perfette.

Durante il processo di bollitura e di congelamento tramite i nostri macchinari, tutti i batteri presenti nei Pinkies vengono eliminati e questi ultimi diventano praticamente sterili. La frazione di batteri e funghi rimanente è di gran lunga inferiore agli standard applicati ai prodotti alimentari per l'uomo e per gli animali. Questo viene costantemente dimostrato dalle analisi svolte. Inoltre il doppio processo rende i Pinkies più digeribili per gli animali.


[Back]                             [Website Topinsect, pinkies.]